Abbiamo 112 visitatori e nessun utente online

Carrozza 7 - degli addii

QUANTO TEMPO RESTA?

QUANTO TEMPO RESTA? Luna

Quanto tempo,
adesso che è tardi...

SENZA LUCE (A WHITER SHADE OF PALE)

SENZA LUCE (A WHITER SHADE OF PALE) Liviana Rose

Quattro minuti.
È il tempo che ci vuole per attraversare il ponte.
Mi mette sempre i brividi.
Quattro minuti di uno strano formicolio al collo.

BAGLIORI

BAGLIORI Joe

Forse altrove. Non qui, non adesso.
Forse in qualche terra lontana, irrorata dal sole, profumata dal mare, colorata dal libeccio, dove tu ed io potremmo finalmente essere noi stessi, liberi dalle catene che ci impone questa atroce ipocrisia.

DIARIO DI UN VIGLIACCO

DIARIO DI UN VIGLIACCO Uranio

Ma se un giorno, uno qualsiasi di quelli che entrano come le perle nella collana della mia esistenza, capirò di non poterti offrire il Sole a colazione, mi alzerò da questa tavola imbandita e scenderò nello scarico giù fino al Grande Collettore che mi restituirà al mare da dove tutti veniamo.

L’ALTRA DONNA

L’ALTRA DONNA Valter Padovani

Mi capitava spesso di vederla, a volte solo di sfuggita per qualche brevissimo istante, altre invece per interminabili minuti. La guardavo a volte agghindata da soubrette del varietà sistemarsi prima di un’uscita galante, occupandosi di ogni singolo particolare con cura quasi maniacale come se da esso dipendesse la buona riuscita dell’incontro. Precisa aggiustava ogni più insignificante dettaglio rincorrendo un perfetto connubio di eleganza e sensualità, dolcezza e malizia.

IL VIAGGIO DI RITORNO

IL VIAGGIO DI RITORNO Liviana Rose

Un viaggio di ritorno di 300 km. L'autostrada larga e vuota del venerdì notte. Un uomo ed una donna. Dalle casse della radio si spandono le note leggere di una calda melodia . Argomenti di conversazione esauriti all'andata.

IL SUO SOGNO PROIBITO

IL SUO SOGNO PROIBITO Liviana Rose

Il serpente di auto si snodava lungo una stretta stradina di campagna, a destra una distesa di campi gelati che brillavano sotto i raggi della luna piena, a sinistra il muro di terra che proteggeva l'asfalto dalle bizze di un torrente.

I DON’T LIKE MONDAY

I DON’T LIKE MONDAY Agata

Il traffico del lunedì mattina uccide.
Sarà perché la domenica ci si rilassa, ci molli un po’, ma alla ripresa della settimana sembra che la gente non ricordi nemmeno dove sono i pedali e il volante.
Dai, tengo botta solo perché tra poco arriverò sotto casa sua

INSIEME A TE NON CI STO PIU'

INSIEME A TE NON CI STO PIU' Anna Luce Bergamasco

Caterina salì su per il sentiero stretto e arrivò sulla cresta della collina. Guardava giù e la città era così lontana e silenziosa, i campi rasati color dell'oro e qualche pezza verde. Se allungava un dito poteva arrivare a toccare le nuvole. Le guardava, le nuvole lassù, e si sentiva piccina piccina ma lì poteva urlare tutto l'acre che aveva dentro.

INCHIOSTRO

INCHIOSTRO Erika Muscarella

Le parole sono dure a uscire quando la mente è lucida, ma il vino è sempre un ottimo consigliere: ti guida esattamente dove vorresti andare. E noi, dove volevamo andare, noi?

LE TRE STAGIONI DI UN AMORE

LE TRE STAGIONI DI UN AMORE Fargo

30 anni fa - Autunno
Eri la mia compagna di liceo. All'inizio una come tante. Forse meno, perché l'aria da snob che avevi ti rendeva ai miei occhi insopportabile. E poiché sono un tipo orgoglioso, non ti vedevo nemmeno bella. Tu sentivi la mia ostilità e ripagavi il mio sentimento ignorandomi. Poi, chissà perché, un giorno io ti guardai in un altro modo, tu anche, e fu tutto diverso: mi innamorai di te.

ALTROVE

ALTROVE Giuliasays

C'è stato un altrove, in un tempo diverso da questo, in cui ti limavi sui denti un'unghia spezzata e aggiustavi con l'altra mano il fastidioso filo del tanga incastrato tra le chiappe.