Abbiamo 176 visitatori e nessun utente online

Carrozza 1 - degli amanti

DICIASSETTE

DICIASSETTE Ladyfreyja

È notte. Fluttuo in un'atmosfera rarefatta. Ho perso il senso del tempo e dello spazio. Sono leggera ma la carne è pulsante, eterea ma ho il ventre preso in una morsa di puro piacere liquido. Sento colori, vedo suoni, accarezzo profumi. Ho fame di luce, di vita intessuta di voglia di vivere, di movenze convulse.

LA NOTTE DI SAN LORENZO

LA NOTTE DI SAN LORENZO Liviana Rose

Dalle mie parti le stelle cadenti della notte di San Lorenzo le si vanno ad aspettare sugli argini del grande fiume. Le luci del paese sono lontane e anche gli occhi indiscreti delle perpetue.
Si sa: l'oscurità è complice e i desideri, che poi son sempre quelli, si esaudiscono come per magia.

ARLES - AGOSTO 1987

ARLES - AGOSTO 1987 Hermes_Desy

Agosto 1987, una piccola città nel sud della Francia

Era il loro primo giorno insieme.

PIÙ TEMPO CHE VITA

PIÙ TEMPO CHE VITA GiuliaSays

La tua mano sul mio sedere non si muove. Sei immobile, con lo sguardo che osserva indifferente la scena che hai davanti, e il palmo aperto sul mio culo. Non palpi, non tasti. Ti basta il contatto leggero coi miei glutei, attraverso la stoffa dei pantaloni blu che indosso

L´ORCO CATTIVO

L´ORCO CATTIVO FALCOSIRENE

Notte, una stanza buia in una casa buia. Lei si avvicina al loro letto, scosta le coperte, non si spoglia completamente come quando c'è lui, tiene addosso la sua maglietta, lo slip. Entra, e il contatto della sua pelle con le lenzuola ancora fredde le dà un brivido. Trema.

SCAMBI INCROCIATI

SCAMBI INCROCIATI Franz ZA

Sono agitata, come sempre in queste circostanze. Ma c'è di più. Questa volta è diverso. Non si tratta di andare nel solito privé.

LASCIAMI ANDARE

LASCIAMI ANDARE Liviana Rose

«Lasciami andare. Non ne posso più di te.»
Stavo cercando di tagliare per sempre i fili con un passato che non era passato, con ricordi da non ricordare, con giornate buie come la notte. Una vita senza uscita, senza gioie, col terrore nella pelle, con l'amore, questo sconosciuto, tirato fuori la sera come un portafortuna solo di nome, come la fotografia di un'utopia.

DELIZIOSO DESSERT

DELIZIOSO DESSERT Scarlett B.

Il ristorante è in penombra. Le luci soffuse e discrete ai lati dei tavoli, creano ombre danzanti che si riflettono sui visi degli ospiti. I camerieri scivolano silenziosi raccogliendo le ordinazioni e servendo le vivande. Tutto l’arredamento del locale è in uno stile futurista ed essenziale, completamente impersonale.

FLASH

FLASH Isa Gambe

Flash.
La tua mail comincia così. Evochi un nostro incontro immaginario. Torrido e sensuale.
Usi termini crudi, diretti e ricami con eleganza ogni frase con quella destrezza poetica che da sempre ti appartiene.
Sono mesi che non mi scrivi e il tuo lungo messaggio mi lascia di stucco.

VINCERE LA PAURA

VINCERE LA PAURA Olympia Fox

Ancora stento a credere sia vero.
La guardo di nascosto, attraverso il riflesso della porta lucida, mentre si districa tra i fornelli e il forno, ballando un po’ e cantando piano, tenendo sotto controllo quella sua voce da tigre.

SÌ

Bocconcini.g

Sì, ti avevo risposto rigirandomi nel letto sudata e assonnata, senza nulla aver capito di ciò che mi avevi chiesto.
La doccia fredda e profumata aveva risvegliato il mio corpo addormentato, assopendo accuratamente il ricordo di ciò che avrei dovuto fare per te quella sera ritornando a casa.

IL TRENO PER SAN PIETROBURGO

IL TRENO PER SAN PIETROBURGO Faber

Era arrivata da San Pietroburgo, a cavallo, in serata.
Dopo un viaggio estenuante durato quasi una settimana. Vestita da uomo a tratti, i capelli nascosti sotto un cappello di foggia marinara, vecchio e scolorito, i pantaloni di tela ruvida a righe, simili nel disegno al manto dei materassi negli ostelli dove avevano dormito, i vecchi pantaloni di lui quando un giorno era tornato a lei, fingendosi messaggero.

RISVEGLIO

RISVEGLIO Cloe Saggeri

Le primi luci del giorno filtrano dalle tende accostate. Il tuo respiro è regolare. Io sono sveglia, non voglio perdere neppure un attimo di noi.
Strofino il naso contro la tua schiena e annuso il tuo odore ad occhi chiusi.

MACCHIE DI SOLE SU LENZUOLA TESE

MACCHIE DI SOLE SU LENZUOLA TESE Walerian

"Per una volta?"
"Solo per una volta."
Finì la frase ed usci dalla chat. Non aveva aspettato la risposta. Non la voleva. Gli piaceva l'idea che tutto potesse succedere. O nulla.

SONO MORTA

SONO MORTA Amelia Gatti

Sono morta.
I lunghi capelli sciolti, una cascata d’acqua dorata sul seno nudo. Le labbra increspate in un sorriso. Nell’istante prima di morire i ricordi s’inseguono nella mente senza seguire un ordine spazio-temporale. Sono sensazioni luminose e colori sgargianti e fusi, intrecciati e poi liberati.

I PULLMAN SONO ARRIVATI PUNTUALI

I PULLMAN SONO ARRIVATI PUNTUALI FABER

I pullman sono arrivati puntuali.
Hanno percorso la strada di calcestre e ghiaia fino al piazzale. Davanti alla villa padronale, ora sono lische di un pesce colorato di blu, azzurro, indaco e rosso, un pesce irregolare, che ha calcato solchi dove la ghiaia la sera prima è stata pazientemente pettinata, spazzolata, in attesa dei visitatori, sconvolgendone le dune e i solchi acquisiti nella settimana. Un pullman di tedeschi, uno di bolognesi.

AMANTI

AMANTI Eva Alyeni

Giuliano si tirò su dal letto ed accese una sigaretta.
Vomitò un piccolo anello di fumo, lo guardò salire e rivide in esso il sesso di Linda, come se dalla sua bocca, ancora piena di lei, ne fosse uscita quella morbida carne.

LE PICCANTI CONFESSIONI DI UN'ESIBIZIONISTA INCONSAPEVOLE

LE PICCANTI CONFESSIONI DI UN'ESIBIZIONISTA INCONSAPEVOLE Lily Carpenetti

Mi chiamo Lara e sono nata e cresciuta a San Donà di Piave, un piccolo comune veneto, fino al momento di abbandonarlo per completare i miei studi; un passo che ha segnato una svolta epocale nella mia vita, non sul piano accademico e professionale, bensì per la consapevolezza che mi ha permesso di acquisire riguardo al mio vero io.

L'UOMO DEL VENERDI'

L'UOMO DEL VENERDI' Anna Luce Bergamasco

Il sogno di ogni ragazza uscita dalla scuola di Madame Corelli è di entrare a lavorare in un negozio di alta sartoria.
Dove si apprezza ancora il lavoro preciso del manufatto, la scelta dei materiali e l'estro dello stilista.

LO SCAMBIO

LO SCAMBIO Stregapigra

Quattro è meglio di due.

IL PROFUMO DI TIGLIO

IL PROFUMO DI TIGLIO Anna Luce Bergamasco

Una mano sicura, qualche lentiggine come segno distintivo dei capelli rossi di un tempo, magra, nervosa, appoggia delicatamente la puntina nel solco e, dopo un leggero fruscio, ecco la musica spandersi nell'aria calda del tramonto.

L'AMANTE

L'AMANTE Angel Evil

La luce che filtrava dalle finestre illuminava la scrivania di Asia, che stava giocherellando con una matita, persa in mille pensieri, incurante della collega che la stava chiamando da qualche minuto.
«Asia! Ma ci sei?»

VENIRE A LETTO CON TE MI FACEVI SCOPRIRE L'AMERICA

VENIRE A LETTO CON TE MI FACEVI SCOPRIRE L'AMERICA Eliselle

“Ragazzi, io non so proprio che cosa fare.”
“Riguardo al rilancio?”
“Riguardo la Pina.”
I quattro amici alzarono la testa tutti insieme contemporaneamente e si guardarono negli occhi in silenzio, uno dopo l’altro. Nick, Andy, Iappoz e Clod. I quattro cazzoni. Nello sbigottimento generale che quella frase aveva provocato, Nick riabbassò lo sguardo sul tavolo e tre paia di occhi puntarono dritti e implacabili contro di lui. Servì qualche secondo per digerirla.dfsf

SENSI

SENSI Nella

Ricordo tutto. Ricordo quel giorno. Siamo in una stanza d'albergo e fa caldo, molto caldo. È estate. Le pale del ventilatore girano smuovendo appena l'aria umida. C'è solo un letto, i vestiti abbandonati e sparsi, un grande specchio e le tapparelle socchiuse di una finestra che lascia trapelare un po' la luce del primo pomeriggio. Io sono sul letto, nuda, bendata e legata ai polsi da un foulard leggero, come avevi deciso di iniziare il nostro gioco.