Abbiamo 1369 visitatori e un utente online

Carrozza 1 - degli amanti

VENIRE A LETTO CON TE MI FACEVI SCOPRIRE L'AMERICA

VENIRE A LETTO CON TE MI FACEVI SCOPRIRE L'AMERICA Eliselle

“Ragazzi, io non so proprio che cosa fare.”
“Riguardo al rilancio?”
“Riguardo la Pina.”
I quattro amici alzarono la testa tutti insieme contemporaneamente e si guardarono negli occhi in silenzio, uno dopo l’altro. Nick, Andy, Iappoz e Clod. I quattro cazzoni. Nello sbigottimento generale che quella frase aveva provocato, Nick riabbassò lo sguardo sul tavolo e tre paia di occhi puntarono dritti e implacabili contro di lui. Servì qualche secondo per digerirla.dfsf

SENSI

SENSI Nella

Ricordo tutto. Ricordo quel giorno. Siamo in una stanza d'albergo e fa caldo, molto caldo. È estate. Le pale del ventilatore girano smuovendo appena l'aria umida. C'è solo un letto, i vestiti abbandonati e sparsi, un grande specchio e le tapparelle socchiuse di una finestra che lascia trapelare un po' la luce del primo pomeriggio. Io sono sul letto, nuda, bendata e legata ai polsi da un foulard leggero, come avevi deciso di iniziare il nostro gioco.

L'ALTRA

L'ALTRA Antonella Aigle

La donna uscì dal suo ufficio con gli occhi puntati alla grande vetrata che dava sulla strada e le mani che allacciavano il suo cappottino avvitato beige.

«Mi assento dieci minuti per un caffè!» disse a uno dei suoi colleghi nell’atrio.

ARTEMIS BEA

ARTEMIS BEA Artemis Bea

Eccomi qui, nuda ed esposta davanti ai tuoi occhi, senza imbarazzo. Questa sono io, senza vestiti, certo, ma non è solo questo, non sono nuda solo fisicamente, perché ora ad essere nuda è la mia anima. A te ho svelato il mio cuore, le mie paure, le mie ansie e le mie preoccupazioni.

UN PICCOLO NEO

UN PICCOLO NEO MADAME FEMALE

Sembrava un sabato sera come tanti.
Di quelli passati con leggerezza goliardica.
Un locale leggero.

LA BALLATA DI UN TRISTE CERCATORE

LA BALLATA DI UN TRISTE CERCATORE

«Perché è così doloroso amare? Perché non possiamo farne a meno?»
«Perché la vita senza amore è la ballata di un triste cercatore.»
«Mi prendi in giro? Eh…»