Abbiamo 1776 visitatori e un utente online

Diario n°:

172

IL PROVINO
vito ferro

IL PROVINO

Io voglio più bene a Samantha che alla mia fidanzata.

So che è brutto ma è così, che devo farci, è più forte di me, di sicuro alla mia donna non ci dico niente.

Il fatto è che io guardo i filmini. Quelli porno.

E un giorno ho scoperto che esisteva questa stupenda donna che è Samantha. Io vado sempre a prendere i filmini a Lucento, che c’è una videoteca bellissima, li ha tutti i film che piacciono a me. Quelli di Van Damme e tutti quelli porno. Sono divisi per genere, a me ormai piacciono solo quelli di Samantha.

Prima prendevo un po’ di tutto, americani, tedeschi, giapponesi, poi così per caso ho letto: Incontri anali di mia moglie. Con Samantha e Antonio Bruzzo. Praticamente marito e moglie.
Infatti avevo sentito che nel porno c’era una coppia vera, ma me l’ero scordato. L’avevo sentito su Studio Aperto.

Il titolo mi è piaciuto subito. Incontri anali di mia moglie. Figata. A me è venuta proprio voglia di vedere la moglie di uno che faceva gli incontri anali. A me il sesso anale mi fa impazzire. Claudia non me lo dà il suo buco. Dice, aspetta che siamo sposati, poi si vedrà. Claudia è brava come fidanzata ma a letto si ritira. Speriamo quando siamo sposati.

Così grazie al titolo ho preso il filmino e me lo sono portato a casa. Era quasi l’una. Ero stato fino a pochi minuti prima con Claudia al discopub Dispetto, quello col karaoke. A me e a Claudia piace cantare col karaoke davanti alla gente. Facciamo sempre Ti lascerò di Fausto Leali e Anna Oxa, io faccio Fausto Leali che modestamente ho una voce potente, Claudia fa Anna Oxa. Per me è ancora più brava di Anna Oxa, quella canta col naso.

Insomma eravamo stati a cantare al karaoke, poi ho accompagnato dai suoi Claudia, che ancora viviamo separati ma a giugno ci sposiamo. Io non avevo sonno.

Avevo l’adrenalina nel corpo. Dopo che canti ti senti in forma, non c’hai voglia di dormire. Claudia sì. Le ho chiesto se mi faceva un pompino in macchina ma mi ha detto no, Frà, c’ho sonno. A me sta cosa m’ha dato un po’ fastidio, mi sentivo le palle gonfie e volevo scaricarmi, dopo che saremo sposati Claudia mica potrà dire che c’ha sonno ed è tardi.

Così sono andato alla videoteca che è aperta 24 ore su 24, con lo sportello automatico. Volevo sfogarmi un po’. Pensavo di prendere un film di bionde americane tettone ed invece ho trovato quello di Samantha. L’ho preso.

Sono andato a casa e ho iniziato a vederlo. C’avevo le palle sempre più gonfie di sperma.

La storia era bellissima. Samantha andava dal massaggiatore, diceva al marito, vado dal massaggiatore, il marito che ha la barba, le diceva, fatti massaggiare bene, mi raccomando. E lei si faceva prima massaggiare e poi scopare. Poi veniva anche l’aiutante del massaggiatore e la scopavano insieme. Samantha mi è piaciuta subito, si vedeva che ci metteva passione, non come le americane che sembrano finte. Fighe eh, ma finte. Recitano.

Samantha no. Succhiava come dovrebbero succhiare le donne.

Nel mentre nel film il marito si faceva l’amante sulla loro villa al lago. Nel giardino. A me ’sta scena non mi è piaciuta tanto, perché era più normale e la tipa aveva le tette piccole. Samantha ce l’ha enormi.

Io infatti ho smesso di toccarmi, aspettavo che tornava la scena con Samantha. Mi è piaciuto un poco solo quando il marito ha sborrato in bocca all’amante dalle tette piccole. Poi in pratica il marito si insospettiva che Samantha non tornava e andava a controllare dov’era, che stava facendo con il massaggiatore.
Va a cercarla insieme all’amante. Questo mica l’ho capito tanto, ma vabbè, è un film comunque ho pensato.

Il marito in pratica la beccava che stava scopando con i due uomini.

Ma al posto di incazzarsi, inizia a scopare pure lui e anche l’amante. Tutti assieme. Un po’ si incazza, ma poco. Scopano tutti. Mi è piaciuto perché in primo piano c’era sempre Samantha, l’amante meno. Meno male.

Samantha insieme a tre uomini era fantastica, lo prendeva in tutti i modi, non si stancava mai, e in più l’amante le leccava le tette mentre tutti se la scopavano. Alla fine le hanno messe in ginocchio una accanto all’altra e hanno sborrato su di loro. E loro due si sono baciate e leccate lo sperma a vicenda, ed io pure ho goduto.

Mi ritenevo soddisfatto e pensavo di rivedere tutta la scena daccapo, quando il film continua. Io mica me lo aspettavo che c’era un finale grandioso. Infatti Samantha e il marito tornano nella villa al lago e il marito sgrida Samantha: le dice sporcacciona, scopi con tutti, devi farti perdonare. Vanno in riva al lago e lei inizia a farsi perdonare e lo succhia al marito.

Guardavo e di colpo dal lago se ne arriva una moto d’acqua con due tipi grossi e nudi, io penso chi cazzo sono? I tipi scendono dalla moto d’acqua e hanno una corda, legano il marito ad un tronco e il marito dice che volete, bastardi, state fermi, ma loro lo legano lo stesso e poi vanno a prendere lei e iniziano a violentarla. Io avevo appena goduto ma il cazzo m’è tornato durissimo. Dopo poco, Samantha mica si ribella più, inizia a collaborare mentre il marito legato dice sempre bastardi, lasciatela stare, che le fate. Che le fanno? Guarda che ci sta alla grande, dicevo io, guarda che troia.
Se la scopano con prepotenza e lei fa tutto quello che loro dicono. Poi vengono uno in bocca e l’altro in culo, e io godo la seconda volta di colpo, ma tanto.

La stendono per terra e le pisciano addosso, in faccia e soprattutto nella figa, poi fanno per andarsene. Il marito le dice presto slegami che li acchiappo e li scasso di botte, ma lei faceva finta di essere stordita, in pratica si muoveva lenta, faceva apposta, per fare scappare i due, che troia, vedi che troia ho pensato, non vuole che il marito scassi i tipi che se la sono scopata.
E infatti lo slega troppo tardi, quelli sono andati già via. A me sta cosa qui m’ha fatto impazzire e sono venuto ancora solo pensando a questo mentre c’erano i titoli del film che finiva.

Da quel giorno sono diventato un estimatore di Samantha.

Prendo solo i suoi film. Ho iniziato ad amarla, è lei la mia donna ideale.

È bellissima, porca e c’ha pure testa, l’ho sentita parlare al Maurizio Costanzo Show una sera.

Quella sera ho scoperto che cercava debuttanti per fare provini. La cosa m’ha sconvolto. Ho pensato che dovevo andarci assolutamente. Io non ho mai fatto un filmino porno, non c’ho mai pensato, ma se andavo potevo conoscere e scopare Samantha. Così ho telefonato e ho preso appuntamento.

Sono andato a Firenze due mesi dopo. Mi hanno telefonato e mi han detto che il provino si faceva nella casa di produzione. Io sono andato, un po’ avevo timore, che cazzo, scopare con una vip, mica capita sempre.

Suono, mi aprono e dentro trovo che ci sono altri dieci, dodici come me che vogliono scopare con lei. Ho pensato, cazzo quanti, chissà perché mi credevo che ci sarei stato solo io, la cosa un po’ mi ha stupito. Vabbè, mica sono solo l’unico fan io. A Claudia ho detto che andavo a vedere la Juve in trasferta a Bergamo.

Ho parlato un po’ con alcuni tipi siccome ci avevano detto di aspettare un secondo in sala d’attesa che lei doveva ancora arrivare, si parlava del più e del meno, tu di dove sei? Che fai nella vita?, cose così e poi uno ha detto cose su Samantha, complimenti, diceva che figa eh che è Samantha, ma ci pensate che ce la scopiamo, io la spacco, c’ho una voglia. Quello che diceva così era il più gonfiato, si vedeva, tutto pompato da palestra e da altro, ha perfino detto che tirava una striscia o due prima di farsela che voleva davvero spaccarla. M’ha dato un po’ fastidio, anche se ho riso come tutti.

Io ero ansioso di vederla dal vivo, non vedevo l’ora. Lei è arrivata mezzora dopo col marito, che dal vivo è più grosso e c’ha la barba grigia.

Ci ha salutato tutti, ci ha dato la mano, a me ha dato la mano per terzo.

Il marito invece ha fatto un saluto come da militare. Sono entrati da una porta e poi è uscito un tipo e c’ha detto di seguirlo tutti. C’era un salone enorme con una vasca al centro, idromassaggio, le pareti viola, e ci siamo dovuti spogliare lì. Il tipo ha detto che il provino veniva ripreso e che ne facevano un film, che noi non prendevamo soldi, e dovevamo firmare un foglio; poi ha detto che chi voleva poteva mettersi la maschera, per non farsi riconoscere. Io non l’ho messa perché tanto ho pensato che me la metto a fare mica Claudia li vede i filmini porno, io sono a posto.

Ci siamo preparati tutti, e abbiamo iniziato a menarcelo per scaldarci un po’, per farcelo venire duro. Io pensavo che da lì a poco mi sarei scopato Samantha, e magari il marito ci guardava e m’è venuto abbastanza duro.

Pensavo ci chiamassero uno per uno, in ordine alfabetico o di arrivo, invece hanno detto ora entra lei, ascoltate tutti, ascoltate lei, lei vi dice cosa fare.

A me sta cosa un po’ mi ha spiazzato, con tutti, ho pensato, che cazzo, non mi piace, io voglio scoparmela da solo, al massimo col marito che a lui piace guardarla scopare con altri.

È entrata e sorrideva e guardava tutti noi, poi si è spogliata lentamente, noi ce lo toccavamo, lei si strizzava le tette, si toccava la figa, si avvicinava a noi e ci toccava turno il cazzo e diceva quanti bei maschioni, che cazzoni grossi avete; io non mi ero neanche accorto all’inizio che c’erano due tipi con le telecamere, quanti cazzo siamo, ho pensato, vabbè. Samantha l’ha toccato pure a me mi ha fatto una sega veloce e mi guardava negli occhi e sorrideva, io ho pensato è proprio bellissima, più dei film, volevo leccarle le tette e la figa.

Samantha si è messa dentro la vasca, senza acqua però e si infilava due dita dentro e ci ha detto, ora rompiamo il ghiaccio, venite tutti attorno a me, e noi siamo andati, ci ha messi in cerchio, e ce lo succhiava un po’ per uno a tutti, io ero a metà cerchio, me l’ha preso in bocca, era troppo bello non mi importava quasi più che eravamo in tanti, pensavo solo a lei cercavo di pensare solo alla sua bocca, speravo continuasse tanto ma poi è passata a quello che stava alla mia destra, insomma l’ha succhiato un po’ a tutti, a chi più a chi meno.

Tutti ce l’avevamo davvero duro. E ci toccavamo guardando quando lo succhiava a uno. Quando ha finito il giro ha detto adesso menatevelo bene, voglio che mi sborrate tutti addosso, tutti assieme, forza, riempitemi. Tutti ci siamo messi a masturbarci, qualcuno anche veloce, e abbiamo iniziato a venirle addosso, lei era dentro la vasca con gli occhi chiusi e la bocca aperta e dopo due minuti già aveva la faccia piena e le tette, non siamo venuti contemporaneamente ma quasi, io verso la fine, molti avevano già goduto e se lo toccavano piano, sono venuto anche io allora e ho cercato di mirare alle tette, che io le adoro le tette di Samantha, ma mentre venivo un tipo pure ha sborrato e mi ha schizzato delle gocce addosso a me, alla mia gamba, m’ha dato fastidio, ho sentito schifo, non ho osato dire niente, ho pensato che sfiga, cazzo, mi dava fastidio avere la sborra di uno addosso mentre stavo venendo. Dopo che l’abbiamo riempita tutti, continuava a toccarsi e se lo spalmava tutto addosso, e ci ha detto adesso pisciatemi addosso, pulitemi dallo sperma, forza maschioni. Io ho pensato sei grande Samantha, sei davvero porca, era entrato anche il marito nella stanza, parlava con un altro uomo, sembrava che mica si accorgeva che sua moglie si stava facendo pisciare addosso da tutti già piena di sperma.

Abbiamo pisciato addosso e anche stavolta mi sono arrivate delle gocce di piscio da quello vicino a me, volevo tirargli un cartone, ma che cazzo, non sai neanche pisciare coglione, allora l’ho toccato col gomito nel braccio, l’ho guardato male, minchia ma per chi mi hai preso, il tipo sembrava che non aveva capito niente, però si è spostato da me. Non mi sono più arrivate gocce di piscio. Samantha allora si è lavata nella vasca, i tipi non ci stavano più riprendendo. L’uomo che parlava col marito ha detto, tornate nella stanza d’attesa, vi chiamiamo noi uno a uno, grazie la prima scena è andata bene. Samantha non ci ha più parlato o sorriso, noi siamo usciti, lei si lavava. Il marito parlava sempre con quell’uomo. Siamo tornati in sala d’attesa.

Ci siamo detti le impressioni, tutti dicevano cose spesse su di lei, avete visto che troia, minchia che troia, questa ci mangia vivi, mo’ che entriamo è al fine, la scassiamo tutti noi, cose così. Io pure ho detto la mia, ma c’avevo ancora in testa il tipo che m’aveva schizzato sperma e piscio, e c’ho messo un po’ a farmi passare la rabbia, volevo andare a scassarlo, ma avevo paura che mi cacciavano, ed invece volevo rimanere a scoparmela. Il tipo faceva finta di niente e parlava come se niente fosse, io non so se si era accorto che m’aveva schizzato, se l’aveva fatto apposta, che testa di cazzo, una mezza sega che m’arrivava alla gola, fossimo stati fuori era già steso, lo giuro.

Abbiamo aspettato un bel po’. Qualcuno se lo menava, io no. M’è squillato il cellulare. Era Claudia. Mi dava fastidio rispondere che sentivano tutti che parlavo con la mia donna, allora non ho risposto. Ho messo muto. Uno m’ha detto chi è la tua tipa?

No, lavoro gli ho risposto serio, poi ho fatto come per toccarmelo e quello ha spostato lo sguardo da me. C’erano delle riviste porno, ne ho presa una e la sfogliavo. Cercavo Samantha ma non c’era.

Hanno iniziato a chiamarci, ognuno stava dentro almeno quindici minuti. Io sono passato per quinto. Abbastanza fortunato, ho pensato. Sono entrato nella stanza di prima, mentre tornava l’ultimo che aveva scopato con lei e aveva un sorriso così e muoveva la mano come a dire ehh, sapeste!
Un po’ come avevano fatto gli altri.

Nella stanza oltre alla vasca c’era un bel letto alto, senza coperte solo lenzuola. Lei era sdraiata e guardava verso il marito e l’altro uomo. C’era una sola telecamera stavolta. Ho detto ciao Samantha, lei mi ha risposto ciao amore, come ti chiami? Gliel’ho detto e allora lei mi fa adesso iniziamo, riprendiamo tutto perché questo film è amatoriale, è un provino amatoriale e vogliamo far vedere tutto quello che succede, vogliamo che siate tutti spontanei, tranquilli, quindi anche tu rilassati, appena diamo il via, cominciamo vai tranquillo, come con la tua donna. Ho detto va bene, ma ho pensato che se lo facevo come con Claudia ero a posto. Il tipo che parlava con il marito ha detto a quello con la telecamera vai, e allora io mi sono sdraiato affianco a lei, lei mi ha abbracciato, mi ha fatto succhiare le tette, finalmente sentivo le tette di Samantha, erano bellissime, sapevano di profumo di quelli belli e un po’ di sperma. Poi mi ha fatto scivolare sotto e io mi sono trovato la sua figa davanti e allora ho leccato forte, lei gemeva e io ero felice, stavo facendola godere. Mi ha detto vieni amore, scopami, io sono salito lei s’è messa a missionario, le sono entrato dentro, anche se non ero pronto prontissimo, mi sono reso conto che c’avevo il cazzo così così, un po’ floscio, non so perché, forse l’emozione, ma di più per colpa del tipo che m’aveva schizzato, mica m’era passata la rabbia, cazzo, puttana miseria. Sono entrato lo stesso che lei ce l’aveva bagnata dalla mia saliva, ho spinto mentre la guardavo in faccia e sulle tette, guardavo i suoi capelli neri e pensavo per farmelo venire duro di più alla scena della violenza al lago, poi ho voltato la faccia verso il marito ma quello sempre parlava sottovoce coll’uomo, mica mi guardava, ed io sentivo che c’avevo il cazzo moscio, barzotto diciamo, pensavo al lago, a Samantha, la guardavo ma niente, c’era solo il tipo con la maschera che m’aveva schizzato, porca puttana, sono venuto subito col cazzo mezzo ammosciato, un orgasmo di merda.

Samantha mi ha fatto uscire, mi ha detto sei venuto subito, amore, ma non era arrabbiata, ha sorriso, ha detto non ti preoccupare, capita, ti piaccio troppo, sì le ho detto, scusa, mi piaci troppo mi sentivo una merda, volevo sparire, poi ha guardato la telecamera e ha detto vedete amici, che io gli uomini li faccio venire subito, e sorrideva, anche io ho guardato al telecamera adesso avrei voluto avere la maschera, poi l’uomo ha detto al marito, un altro?, e il marito ha detto sì, mi ha guardato serio e ha detto grazie di aver partecipato, continua a guardare i suoi film, adesso ne esce uno nuovo, il vostro dei provini sarà pronto a settembre, io ho visto la telecamera abbassata e allora ho capito che dovevo andarmene, cazzo non erano passati manco quindici minuti, che figura di merda ci facevo con gli altri, gli altri li teneva tutti almeno quindici minuti, a me manco sei, ma son dovuto uscire, gli altri mi hanno guardato stupiti, sorridevano, non hanno detto niente ma lo so cosa pensavano, soprattutto il tipo che m’ha schizzato, sorrideva e io gli ho detto che cazzo ti ridi, ho preso la roba mi son vestito subito e sono uscito.

Non è andata bene, però io a Samantha voglio bene lo stesso.

Guardo sempre i suoi film, tranne quello dei nostri provini. Non mi va proprio di vedere il tipo stronzo che m’ha schizzato scoparsela alla grande.

Specifiche

0.0/5 di voti (0 voti)

Share this product

Lascia un commento

Please login to leave a comment.